Ricerca Avviata

Presentazione

La realtà in cui opera l' I..C. “Romeo – Cammisa” si presenta complessa sotto l’aspetto culturale, economico e sociale. Essa è, a prima vista, una realtà che ha acquisito i molteplici cambiamenti e le discontinuità della società italiana del terzo millennio. Si rilevano, inoltre, alcune caratteristiche proprie della realtà campana e napoletana in cui gli stimoli culturali sul territorio sono del tutto assenti in questo momento politico culturale” disgregato” e solo le associazioni sportive riescono ad aggregare e ad impegnare gli alunni in tempi non scolastici. Le Parrocchie, pur facendo molto, non soddisfano i bisogni di aggregazione e di educazione del territorio. La scuola risponde con un’offerta formativa attenta ai bisogni, flessibile e ampia, i cui risultati sono sottoposti ad un’attenta azione di monitoraggio. La nostra Istituzione di conseguenza pone prioritariamente tra le sue scelte didattico – educative la programmazione di attività dove si sviluppano saperi e abilità in senso trasversale e pluridisciplinare attraverso una progettualità di istituto che tocca i temi della legalità, della cittadinanza attiva e dell’ambiente e pone l’accento sulla centralità dell’alunno valorizzando la sua integralità come persona, con una propria storia, un proprio mondo di esperienze, una propria modalità di interagire con persone e realtà. Per questo che si è ritenuto necessario aprire la scuola di pomeriggio per attività aggiuntive ed iniziative diverse, in grado di sottrarre il giovane alla strada; si è ritenuto inoltre importante aprire la scuola al territorio con il quale è più che mai indispensabile dialogare, collaborare o, eventualmente, entrare in contatto per colmare le carenze. La scuola con la propria azione educativa e formativa stimola il bagaglio culturale dell’allievo per consentirgli di affrontare il mondo e le scelte che esso comporta, ma cercherà soprattutto di risolvere alcune gravi problematiche sociali, come prevenire forme di disadattamento o devianza presenti nel territorio, evitare l’emarginazione sociale, favorendo la socializzazione del minore.

L’Istituto Comprensivo “ Romeo-Cammisa”, riconoscendo la centralità dell’alunno come persona in divenire, si propone come ambiente stimolante e intende rafforzare i processi di costruzione del Curricolo verticale, consolidando la continuità tra i diversi segmenti scolastici e l’identità dell’istituto e in grado di vincere le sfide educative di oggi e di domani, nel garantire le migliori opportunità di formazione a tutti i ragazzi in età evolutiva. È una soluzione didattico-organizzativa che esprime in evoluzione le proprie potenzialità con l’impegno di valorizzare la “comprensività” rispetto alle varie culture psicopedagogiche, segmentate e sedimentate nelle singole sedi scolastiche. Pertanto l’Istituto Comprensivo: diviene in modo naturale la scuola di una comunità che si riconosce in un territorio, contribuendo in tal modo a costituire senso di appartenenza, di identità e di responsabilità nel rapporto tra generazioni; mette al centro del proprio progetto l’alunno e lo accompagna lungo lo sviluppo dall’infanzia all’adolescenza, il suo “valore aggiunto” è lo sviluppo del curricolo in verticale, coordinato ed integrato tra i diversi gradi scolastici. In questo contesto l’I.C. N. Romeo – P. Cammisa assume un ruolo fondamentale per la crescita umana e l’inserimento sociale e lavorativo delle future generazioni. La scuola si impegna a svolgere questo compito nel rispetto delle diverse tappe di crescita e di sviluppo evolutivo, e con una particolare attenzione a situazioni che possono condizionare il processo di apprendimento e di maturazione degli alunni, quali disabilità, svantaggio socio-economico, difficoltà legate a barriere di natura linguistico-culturale, disturbi specifici di apprendimento. Punto di forza dell’Istituto è la presenza del servizio psicopedagogico, che permette il monitoraggio di situazioni critiche a livello didattico-educativo e la consulenza a docenti e genitori, riguardo le difficoltà di gestione di tali situazioni. Una scuola dunque, punto di riferimento educativo, culturale e formativo che coinvolge nella propria proposta educativa le famiglie, le associazioni, gli enti locali nella realizzazione di una realtà accogliente ed inclusiva nell’ottica della diversità. Una scuola che dà l’opportunità ai propri insegnanti di sperimentare nuove metodologie didattiche e di ricerca, che favorisce l’aggiornamento continuo, reale stimolo professionale. Una scuola che nel rispetto delle Indicazioni ministeriali, si propone di orientare l’alunno a perseguire con consapevolezza la costruzione delle proprie competenze sociali e culturali, di formare un futuro cittadino capace di progettare con gli altri, essere autonomo, competente, consapevole e responsabile. La scuola nella prospettiva di una sempre maggiore interazione con il territorio si pone come luogo privilegiato di incontro e di scambi culturali ed esperienziali e guida per tutti gli alunni alla convivenza democratica, alla cittadinanza attiva, attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, al rispetto delle differenze e al dialogo tra le culture, al sostegno dell'assunzione di responsabilità nonché alla solidarietà , alla cura dei beni comuni e alla consapevolezza dei diritti e dei doveri per promuovere lo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle attività culturali.